SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

VERIFICHE PRELIMINARI AI PAGAMENTI DELLA PA

VERIFICHE PRELIMINARI AI PAGAMENTI DELLA PA

Autori Enzo Cuzzola, Francesco Cuzzola, Pasquale Cuzzola
Editore Maggioli Editore
Formato Ebook
Pagine 50
Pubblicazione Maggio 2020 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891642899 / 9788891642899
Collana eBook

Dalla tracciabilità alla nuova ritenuta sugli appalti di lavori e servizi

Prezzo Online:

19,90 €

Disponibilità: Disponibile

Prezzo Online:
19,90 €

Disponibilità: Disponibile

La materia delle verifiche preliminari ai pagamenti non è nuova nella prassi dell’ufficio finanziario degli enti locali: è dal 2010, infatti, con l’entrata in vigore della legge n. 136/2010, che operano le regole sulla tracciabilità, la cui operatività è stata anche oggetto di alcune delibere dell’Autorità nazionale per la lotta alla corruzione (ANAC), l’ultima delle quali è stata la n. 556 del 31 maggio 2017.

Di recente, però, il legislatore è ulteriormente intervenuto, introducendo una nuova tipologia di ritenuta a carico dell’ente pagatore, che inevitabilmente incide anche nella fase delle suddette verifiche.

Per tale motivo, si è ritenuto opportuno creare un breve vademecum che possa, in modo unitario, essere di ausilio nelle attività di verifiche da parte degli uffici, nella consapevolezza che effettuare correttamente tali controlli riduce sensibilmente le occasioni di possibili errori e conseguenti sanzioni.

Enzo Cuzzola
Esperto in Fiscalità degli Enti Pubblici. Consulente e Revisore di Enti Locali. Autore di pubblicazioni in materia.
Francesco Cuzzola
Commercialista esperto in Fiscalità e contabilità degli Enti Pubblici. Autore di pubblicazioni in materia.
Pasquale Cuzzola
Avvocato specializzato in Attività giudiziale e stragiudiziale della Pubblica Amministrazione. Autore di pubblicazioni in materia.

I. Obbligo della tracciabilità dei pagamenti
1. Introduzione
2. L’obbligo della tracciabilità dei pagamenti
2.1. Premessa
2.2. Ambito di applicazione
2.2.1. Soggetti tenuti all’osservanza degli obblighi di tracciabilità
2.2.2. La filiera delle imprese
2.2.3. Concessionari di finanziamenti pubblici anche europei
2.2.4. I flussi finanziari soggetti a tracciabilità
2.2.5. Tracciabilità tra soggetti pubblici
2.2.6. Contratti con operatori non stabiliti in Italia
2.2.7. Contratti nei settori speciali
2.2.8. Contratti di servizi esclusi di cui al Titolo II, Parte I, del Codice
2.2.9. Contratti nel settore dell’acqua e dell’energia
2.2.10. Contratti di sponsorizzazione ex articolo 19 del Codice
2.2.11. Amministrazione diretta
2.2.12. Ipotesi peculiari
2.3. Conto dedicato
2.3.1. Utilizzo di conti correnti bancari o postali dedicati
2.3.2. Reintegro dei conti correnti dedicati
2.3.3. Utilizzo di strumenti di pagamento tracciabili
2.4. Il CIG
2.5. Il CUP
2.6. L’economato
2.7. Il DURC
2.8. Verifiche pagamenti superiori a € 5.000: le novità del Decreto Rilancio
II. La nuova disciplina delle ritenute per gli appalti superiori ai 200.000 euro
1. Premessa
2. Finalità perseguite dall’intervento normativo
3. Ambito soggettivo di applicazione
4. Ambito oggettivo di applicazione
4.1. Presupposti di applicabilità del comma 1 dell’articolo 17-bis
4.2. L’affidamento del compimento delle opere o servizi tramite contratti di appalto, subappalto, affidamento a soggetti consorziati o rapporti negoziali comunque denominati
4.3. Contratti caratterizzati dal prevalente utilizzo di manodopera
4.4. Contratti in cui la prestazione è svolta presso le sedi di attività del committente
4.5. Contratti caratterizzati dall’utilizzo di beni strumentali di proprietà del committente o ad esso riconducibili in qualunque forma
5. Obblighi
5.1. Divieto di compensazione
5.2. Invio dati da parte degli affidatari e controlli da parte del committente
5.3. Sospensione dei pagamenti da parte del committente
6. Profili sanzionatori
7. L’autocertificazione per le imprese esenti quale elemento necessario per la liquidazione
8. Riepilogo dei passaggi relativi ai controlli fiscali ex art. 17-bis del D.Lgs. n. 241/1997
9. Il ruolo guida dell’ufficio finanziario: esempio di comunicazione ai responsabili di settore
Appendice normativa:
Decreto legislativo n. 241/1997
Delibera dell’ANAC n. 556 del 2017


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top