Formarsi alla relazione di cura in medicina

 
Prezzo speciale 15,20 €
SCONTO 5%
5%
Anzichè 16,00 €
Disponibile

Autori Debora Tringali, Alessandra Amato, Rosapia Lauro Grotto

Pagine 130
Data pubblicazione Febbraio 2022
Data ristampa
ISBN 8891657619
ean 9788891657619
Tipo Cartaceo
Collana Sociale & Sanità
Editore Maggioli Editore
Dimensione 15x21
  • Spedizione in 48h
  • Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
  • Spedizione gratuita

Autori Debora Tringali, Alessandra Amato, Rosapia Lauro Grotto

Pagine 130
Data pubblicazione Febbraio 2022
Data ristampa
ISBN 8891657619
ean 9788891657619
Tipo Cartaceo
Collana Sociale & Sanità
Editore Maggioli Editore
Dimensione 15x21
Ogni giorno, negli ospedali e negli ambulatori, la più grande paura dei pazienti di tutte le età è quella dell’abbandono, ed è ormai noto come la solitudine possa diventare una malattia nella malattia.

È indispensabile dunque promuovere, in particolare nella formazione dei nuovi medici, un’integrazione profonda tra il modello bio-medico e quello relazionale.

Il gruppo di ricerca “Il pupazzo di garza” si muove da oltre vent’anni nei territori della formazione – universitaria e ospedaliera – avvalendosi di un metodo che pone al centro la persona, con le sue esperienze e i suoi vissuti; pertanto il volume dà ampio spazio all’ascolto e alle testimonianze, evidenziando come l’educazione alle relazioni di cura sia un bisogno fondamentale da inserire nei percorsi di studi al fine di contribuire a formare nuovi professionisti della salute che siano in grado di prendere in carico la persona nella sua interezza, e non solo nella fisicità della malattia, poiché la relazione medico-paziente, quando consapevolmente gestita, diventa essa stessa atto terapeutico.

Debora Tringali
Professore di Psicologia Dinamica e Psicologia Clinica e Prima infanzia presso l’Università IUL. È Presidente della Sezione “Il pupazzo di garza” dell’Associazione Lapo APS, è ricercatrice del Laboratorio di Analisi Multidisciplinari delle Relazioni di Cura. I suoi interessi di ricerca riguardano l’applicazione del metodo fenomenologico-ermeneutico nel campo educativo, ospedaliero e del volontariato e lo studio e la formazione delle relazioni di cura in ambito sanitario.
Alessandra Amato
Psicologa Clinica e della Salute è Tutor disciplinare di Psicologia Dinamica e Psicologia Clinica e Prima infanzia presso l’Università IUL. Socio ordinario della Sezione “Il pupazzo di garza” dell’Associazione Lapo APS, è ricercatrice del Laboratorio di Analisi Multidisciplinari delle Relazioni di Cura. I suoi interessi riguardano la formazione alle relazioni di cura in ambito sanitario, la tutela dei minori e vittime di violenza di genere.
Rosapia Lauro Grotto
Professore di Psicologia Dinamica presso il Dipartimento di Scienze della Salute della Università di Firenze. È attualmente Presidente del Centro di Ricerche Psicoanalitiche Coppia-Famiglia di Firenze. Ha fondato e dirige il Laboratorio di Analisi Multidisciplinari delle Relazioni di Cura. I suoi interessi di ricerca riguardano la modellizzazione di processi psicodinamici intrapsichici e gruppali e le relazioni interpersonali in ambito sanitario.

Ogni giorno, negli ospedali e negli ambulatori, la più grande paura dei pazienti di tutte le età è quella dell’abbandono, ed è ormai noto come la solitudine possa diventare una malattia nella malattia.

È indispensabile dunque promuovere, in particolare nella formazione dei nuovi medici, un’integrazione profonda tra il modello bio-medico e quello relazionale.

Il gruppo di ricerca “Il pupazzo di garza” si muove da oltre vent’anni nei territori della formazione – universitaria e ospedaliera – avvalendosi di un metodo che pone al centro la persona, con le sue esperienze e i suoi vissuti; pertanto il volume dà ampio spazio all’ascolto e alle testimonianze, evidenziando come l’educazione alle relazioni di cura sia un bisogno fondamentale da inserire nei percorsi di studi al fine di contribuire a formare nuovi professionisti della salute che siano in grado di prendere in carico la persona nella sua interezza, e non solo nella fisicità della malattia, poiché la relazione medico-paziente, quando consapevolmente gestita, diventa essa stessa atto terapeutico.

Debora Tringali
Professore di Psicologia Dinamica e Psicologia Clinica e Prima infanzia presso l’Università IUL. È Presidente della Sezione “Il pupazzo di garza” dell’Associazione Lapo APS, è ricercatrice del Laboratorio di Analisi Multidisciplinari delle Relazioni di Cura. I suoi interessi di ricerca riguardano l’applicazione del metodo fenomenologico-ermeneutico nel campo educativo, ospedaliero e del volontariato e lo studio e la formazione delle relazioni di cura in ambito sanitario.
Alessandra Amato
Psicologa Clinica e della Salute è Tutor disciplinare di Psicologia Dinamica e Psicologia Clinica e Prima infanzia presso l’Università IUL. Socio ordinario della Sezione “Il pupazzo di garza” dell’Associazione Lapo APS, è ricercatrice del Laboratorio di Analisi Multidisciplinari delle Relazioni di Cura. I suoi interessi riguardano la formazione alle relazioni di cura in ambito sanitario, la tutela dei minori e vittime di violenza di genere.
Rosapia Lauro Grotto
Professore di Psicologia Dinamica presso il Dipartimento di Scienze della Salute della Università di Firenze. È attualmente Presidente del Centro di Ricerche Psicoanalitiche Coppia-Famiglia di Firenze. Ha fondato e dirige il Laboratorio di Analisi Multidisciplinari delle Relazioni di Cura. I suoi interessi di ricerca riguardano la modellizzazione di processi psicodinamici intrapsichici e gruppali e le relazioni interpersonali in ambito sanitario.

1. La gentilezza nella relazione di cura di un bambino malato e della sua famiglia
Momcilo Jankovic
2. La relazione di cura con l’adolescente affetto da malattia grave
Pia Massaglia
3. Accogliere la diversità
Giovanna Mazzotta
4. Qualità del rapporto medico-paziente come cofattore essenziale nel trattamento terapeutico dell’epilessia
Anna Pasquinelli
5. L’adozione della gentilezza nei reparti di Terapia intensiva: un elemento di cura con le famiglie di minori
Iacopo Lanini, Rosapia Lauro Grotto
6. Il messaggio della gentilezza nelle relazioni di cura in Oncoematologia pediatrica
Debora Tringali

Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Formarsi alla relazione di cura in medicina