SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

GETTONI DI PRESENZA E INDENNITÀ DEGLI AMMINISTRATORI LOCALI - eBook

GETTONI DI PRESENZA E INDENNITÀ DEGLI AMMINISTRATORI LOCALI - eBook

Autori Giovanni Montaccini
Editore Maggioli Editore
Formato Ebook
Pagine 29
Pubblicazione Giugno 2020 ( Edizione)
ISBN / EAN 8891644565 / 9788891644565
Collana eBook

La legge conferma gli incrementi legittimamente determinati prima di giugno 2008

Prezzo Online:

12,90 €

Disponibilità: Disponibile

Prezzo Online:
12,90 €

Disponibilità: Disponibile

La legge di Bilancio per il 2020, al comma 552 (legge n. 160 del 27 dicembre 2019), ha reso chiara, a mezzo di puntuale regolazione, una questione che, altrimenti, non lo era, e che si è prestata, negli anni, ad interpretazioni molteplici e che spesso è stata fonte di litigiosità negli enti locali.

La norma, interpretativa autentica, ha operato per arginare una fortissima incertezza determinatasi a seguito di successivi pareri ed interpretazioni (anche autorevoli, ad es. della Corte dei Conti), in merito all’an quantum delle determinazioni inerenti ai gettoni di presenza (Consiglieri comunali) e alle indennità (Assessori comunali) spettanti sostanzialmente agli amministratori locali.

Ciò è positivamente avvenuto mediante l’interpretazione autentica del comma 25, lettera d), della legge 24 dicembre 2007, n. 244, e dell’articolo 76, comma 3, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133.

In tal modo, infatti, è stata chiarita la legittimità dell’erogazione a sindaci, assessori e consiglieri comunali di gettoni di presenza ed indennità maggiorate rispetto agli importi fissati dal Decreto del Ministero dell’interno n. 119/2000, qualora detto aumento sia il frutto di un incremento determinato in maniera legittima prima delle modifiche intervenute tra il 2007 ed il 2008 al comma 11 dell’art. 82 del Testo Unico degli Enti Locali. 

La norma in esame si è resa necessaria in quanto un numero sempre crescente di comuni ha evidenziato difficoltà interpretative conseguenti alla citata modifica dell’art. 82 comma 11 del T.U.E.L, a cui hanno fatto seguito numerose e non sempre univoche pronunce della Corte dei Conti che hanno aumentato l’incertezza nonché paventato il rischio concreto per molti enti di dover procedere a complicate operazioni di recupero di somme già erogate, nel corso degli anni, agli amministratori.

Giovanni Montaccini
Segretario Generale, Dirigente del Comune di Ancona.

1. Il caso e la sua soluzione attuale 
2. Natura dell’interpretazione autentica  
3. Evoluzione normativa 
4. Il disagio degli amministratori locali 
5. Regole per sindaci di comuni fino a 3.000 abitanti 
6. Le difficoltà interpretative 
7. Le due tesi 
8. L. 27.12.2019, art. 1, c. 552: cristallizzazione degli importi in godimento alla data di entrata in vigore del d.l. 112 del 2008 
9. Natura rapporto P.A./amministratori, effetti 
10. Le valutazioni politiche 
11. Le corrette modalità di quantificazione: la circolare del Min. interno n. 5 del 5 giugno 2000 
12. De jure condendo 


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top