SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

IN EVIDENZA: Concorso 2329 Funzionari Giudiziari  | Concorso 1514 Ministero del Lavoro, INL e INAIL | Privacy e GDPR

Sconto 15%
Bambini vittime e testimoni: manuale operativo

Bambini vittime e testimoni: manuale operativo

Autori Giovanni Battista Camerini - Carlo Barbieri - Roberta Vacondio
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 136
Pubblicazione Giugno 2015 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891611871 / 9788891611871
Collana Scienze psicologiche e diritto

Metodi e strumenti per la valutazione dell’idoneità testimoniale

Prezzo Online:

16,00 €

13,60 €

Ordina ora per avere:
Ricezione entro 48h
Spedizione in 24h
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi

L’attività dello psicologo o del neuropsichiatra infantile come consulente esperto nel campo della testimonianza dei minori si propone come un campo affascinante e attira un numero sempre maggiore di professionisti, con un proliferare di corsi di formazione, scuole professionali, master, di livello ed effettiva capacità di professionalizzazione molto variabili.

È perciò necessario formarsi con un’educazione e un addestramento adeguati, sviluppare esperienza, mantenersi costantemente aggiornati internazionalmente e basarsi su metodologie e procedure condivise. Se i principi scientifici su cui un consulente basa la sua opinione non sono accettati dalla comunità scientifica il suo contributo alla formazione della prova diviene fortemente dubbio. Capita spesso in ambito forense che strumenti generati per un determinato uso siano utilizzati per uno scopo diverso da quello per cui sono stati validati, e che metodi abbandonati da molto tempo dalla comunità scientifica internazionale rimangano in vita in nicchie culturali incapaci di aggiornamento. Spesso i consulenti utilizzano solo il metodo che conoscono e la variabilità sui possibili criteri di giudizio è elevatissima. Ovviamente questa confusione di metodi e criteri si ripercuote negativamente sulle valutazioni, in particolare riguardo alla capacità testimoniale. Si tratta di un ambito dove abitualmente si indaga sulla presenza o meno di un abuso sessuale e che facilita e consente il dispiegarsi di pregiudizi, fanatismi, approssimazione e pseudoscienza.

Gli autori di questo libro (un neuropsichiatra infantile, uno psicologo poliziotto e una psicologa giuridica) hanno cercato di raccogliere in forma sistematica e puntuale una chiara e condivisibile metodologia di raccolta della valutazione del testimone minorenne; alla fine di ogni capitolo vengono forniti i presupposti bibliografici e in Appendice sono citati documenti nazionali e internazionali sul tema.

La possibilità di applicare un metodo condiviso, razionale e basato su evidenze scientifiche nella valutazione dei minori testimoni in ambito giudiziario non può che avere un effetto positivo sullo sviluppo della pratica psicologico-forense, fornendo al giudice un contributo realmente utilizzabile.

Giovanni Battista Camerini, neuropsichiatra infantile e psichiatra, docente di Psichiatria Forense dell’infanzia e dell’adolescenza nei master presso le Università di Padova, “Sapienza” (Roma) e Pontificia Salesiana (Mestre). 
Carlo Barbieri, psicologo e psicoterapeuta, Direttore Capo della Polizia di Stato - Questura di Bologna. 

Roberta Vacondio, psicologa, docente di psicologia giuridica nel master presso l’Università “Sapienza” (Roma).

Parte prima Idoneità a rendere testimonianza: ruolo e funzioni dell'esperto
1. La capacità di testimoniare 
2. L'audizione del minore in sede di Sommarie Informazioni Testimoniali (SIT) 
3. L'audizione del minore in sede di incidente probatorio 
Parte seconda Competenze testimoniali generiche
Premesse 
1. Problemi psichici 
1.1. La valutazione da parte del consulente tecnico o dell'ausiliario del pubblico ministero 
1.2. La valutazione da parte del perito del giudice 
1.2.1. Adolescenti: test di personalità 
1.2.2. Bambini e adolescenti: test proiettivi 
1.2.3. Bambini e adolescenti: test che misurano le capacità cognitive
2. Comprensione verbale 
2.1. La valutazione da parte del consulente tecnico o dell'ausiliario del pubblico ministero 
2.2. La valutazione da parte del perito del giudice 
3. Memoria 
3.1. La valutazione da parte del consulente tecnico o dell'ausiliario del pubblico ministero 
3.2. La valutazione da parte del perito del giudice 
4. Esame di realtà 
4.1. La valutazione da parte del consulente tecnico o dell'ausiliario del pubblico ministero 
4.2. La valutazione da parte del perito del giudice 
5. Problemi psichici in grado di incidere sull'esame di realtà 
5.1. La valutazione da parte del consulente tecnico o dell'ausiliario del pubblico ministero 
5.2. La valutazione da parte del perito del giudice 
6. Suggestionabilità 
6.1. La valutazione da parte del consulente tecnico o dell'ausiliario del pubblico ministero 
6.2. La valutazione da parte del perito del giudice 
Parte terza Competenze testimoniali specifiche
Premesse 
1. Complessità narrativa e semantica dell'evento 
2. Influenze suggestive 
3. Contesto ambientale e familiare 
3.1. La valutazione da parte del consulente tecnico o dell'ausiliario del pubblico ministero 
3.2. La valutazione da parte del perito del giudice 
Esempio 1 
Esempio 2 
Appendice
– Carta di Noto III (2011) 
– Linee guida per l'ascolto del bambino testimone – Questura di Roma (2011) – estratti 
– L'ascolto del minore testimone – Linee guida nazionali (2010) 
– Guidelines of Memory and the Law. Reccomendations from the Scientific Study of Human Memory (2008) – estratti 
– Protocollo di Venezia (2007)


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top