Facebook Pixel

Iperografie amerine

Studi e ricerche nel territorio di Amelia
Prezzo speciale 64,60 €
SCONTO 5%
5%
Anzichè 68,00 €
Disponibile

Autori Fabio Bianconi, Marco Filippucci

Pagine 528
Data pubblicazione Novembre 2021
Autori Fabio Bianconi, Marco Filippucci
Data ristampa
ISBN 8891646651
ean 9788891646651
Tipo Cartaceo
Sottotitolo Studi e ricerche nel territorio di Amelia
Collana Politecnica
Editore Maggioli Editore
Dimensione 23x23
  • Spedizione in 48h
  • Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
  • Spedizione gratuita

Autori Fabio Bianconi, Marco Filippucci

Pagine 528
Data pubblicazione Novembre 2021
Autori Fabio Bianconi, Marco Filippucci
Data ristampa
ISBN 8891646651
ean 9788891646651
Tipo Cartaceo
Sottotitolo Studi e ricerche nel territorio di Amelia
Collana Politecnica
Editore Maggioli Editore
Dimensione 23x23
Il volume raccoglie gli esiti di oltre dieci anni di ricerche svolte nel territorio dagli autori.

Il titolo si ispira al disegno “Iperografia della città di Amelia” di Mariano Guardabassi del 1866, un termine utilizzato per indicare una rappresentazione vista dall’alto, che astrae gli elementi rilevanti della città, per darne una chiara chiave di lettura.

Allo stesso modo il volume si pone come obiettivo di rilevare i segni del territorio amerino per ridisegnarne un’immagine unitaria, ricca di significati e interpretazioni, capace di fare emergere le vocazioni del paesaggio “originario”.

Il volume si proietta a tracciare percorsi capaci di valorizzare i molteplici studi sviluppati negli anni da chi è nato in queste terre e chi si è trovato a viverle e ha imparato ad apprezzarle.

L’obiettivo, che corrisponde certamente a quello di tutte le istituzioni che hanno sostenuto l’opera, è di offrire alla comunità spunti per supportare i molteplici processi di innovazione e sviluppo, che trovano sempre le loro basi nella conoscenza e le loro radici nella cultura.

Il presente volume nasce dalle ricerche universitarie svolte all’interno del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, in collaborazione con il Comune di Amelia, un percorso iniziato nel 2011 e continuato nel tempo per oltre dieci anni.

Gli studi sono stati sviluppati all’interno del settore della rappresentazione, con particolare attenzione alla questione del paesaggio, approccio culturale che segna i processi e i risultati dell’analisi, comunque proiettati a utilizzare gli strumenti del disegno per selezionare, interpretare, conoscere e far conoscere la realtà.

Il volume si presenta con oltre 500 pagine, segnate da più di 1300 note scientifiche per richiamare il sapere locale, e con più di 300 immagini, composte da foto e disegni, storici e contemporanei.

Il fine è pertanto la promozione culturale, sociale ed economica del territorio, pur trovando le sue origini all’interno di una collaborazione per la pianificazione di area vasta
che ne connota l’identità.

Il testo si sviluppa partendo dall’inquadramento degli elementi principali del luogo, l’evoluzione storica dell’area, le rappresentazioni redatte nel tempo, le singolarità dello spazio urbano e del contesto rurale, fino a presentare la proposta di ripensare il governo del territorio in funzione del cibo, strategia fondativa per il documento programmatico del Piano Regolatore.

La conoscenza sintetizzata dalle ricerche raccolte è rivolta sia a un sapere tecnico, sia a in senso lato a tutta la comunità, nella sua capacità di offrire dati, informazioni e interpretazioni del paesaggio di Amelia.

La collana editoriale Realtà / Rappresentazione / Innovazione intende raccogliere le ricerche e le esperienze maturate ponendo al centro il modello e la rappresentazione, con l’intento di condividere percorsi di analisi e innovazione che aprano nuove prospettive per lo studio del territorio, dell’ambiente e del paesaggio.

In tale senso, la collana intende contribuire all’interpretazione di fenomeni come la crescita incessante della città, il rapporto fra città e campagna, il disegno del limite, le relazioni fra permanenze e cambiamenti, lo studio delle mutazioni e dell’evoluzione dei luoghi che in epoca contemporanea si sono arricchiti di una tale complessità tanto da rendere spesso inutili i modelli interpretativi definiti in epoca moderna.

L’ideogramma della collana è un disegno in prospettiva nel quale le diagonali permettono di misurare lo spazio figurato attraverso una semplice riduzione delle grandezze apparenti.

Infatti la linea diagonale nel tagliare trasversalmente il disegno introduce un importante indizio percettivo indispensabile per apprezzare la profondità e introdurre nella rappresentazione la giusta misura.

Tale ideogramma dalla rappresentazione può essere trasposto nell’interpretazione della realtà, dove molto spesso una cultura trasversale aiuta a guardare da punti di vista inconsueti per trovare la giusta misura, generare nuovi ambiti di ricerca, aprire fronti instabili per trovare soluzioni inattese.

Fotografie di Alberto Corvi
A cura di Michela Meschini

Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Iperografie amerine