SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Sconto 15%
Il Portogallo di Alfredo De Andrade

Il Portogallo di Alfredo De Andrade

Autori Cunha Ferreira Teresa
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 14,5x22
Pagine 386
Pubblicazione Novembre 2014 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891604408 / 9788891604408
Città, architettura, patrimonio

Prezzo Online:

28,00 €

23,80 €

Alfredo de Andrade (Lisbona, 1839 - Genova, 1915), “architetto e pittore”, come amava definirsi, è stato una figura di rilievo nella cultura della tutela e del restauro tra Otto e Novecento in Italia, dove ha ricoperto incarichi pubblici prestigiosi e ha lasciato un consistente numero di opere, nelle regioni del Piemonte, della Liguria e della Valle d’Aosta.

Il libro propone uno sguardo inedito sul Portogallo di Alfredo de Andrade, avvalendosi di un ricco apparato documentario e iconografico tratto da archivi italiani e portoghesi, in un serrato confronto con i luoghi di studio e l’architettura costruita. Ripercorrendo la sequenza dei viaggi, e poi seguendo le tracce di Andrade nel paese di origine, da nord a sud, l’indagine si snoda attraverso i progetti di architettura e i piani per la città di Lisbona, gli studi di archeologia medievale e più in generale i contributi alla tutela del patrimonio artistico e monumentale, ovvero alla ricerca dell’identità architettonica e paesaggistica della patria natale. Studi di insieme e minuziosi dettagli rappresentano nei bellissimi disegni di Andrade non soltanto i grandi monumenti nazionali, ma anche le architetture e le arti minori di varie epoche disseminate nel territorio.

Confermando la stretta vicinanza con Camillo Boito, l’itinerario si sviluppa dunque tra indagine sull’antico e progetto del nuovo, in un’epoca in cui insegnamento artistico, pratiche di tutela, interventi di restauro e proposte di architettura ex novo si intrecciano inestricabilmente, in continuità con la tradizione.

Il volume affronta inoltre il tema dei rapporti culturali tra l’Italia e il Portogallo attraverso la ricostruzione di progetti e cantieri di architetti italiani nella Lisbona fin de siècle e dello stesso Andrade, aprendo nuove prospettive interpretative e mettendo in luce lo spessore culturale del personaggio, a cavallo fra due secoli e due nazioni.

Teresa Cunha Ferreira è architetto presso la Faculdade de Arquitectura da Universidade do Porto (FAUP) e dottore di ricerca presso il Politecnico di Milano. Svolge attività didattica presso la Faculdade de Arquitectura da Universidade do Porto e la Escola de Arquitectura da Universidade do Minho ed è membro del Centro de Estudos de Arquitectura e Urbanismo (FAUP).

 


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top