SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Informiamo i clienti che l’ecommerce Maggioli Editore è operativo,
gli ordini di volumi disponibili in magazzino vengono affidati al corriere in 24 ore lavorative. 
A causa dell'emergenza Covid-19 i tempi di gestione delle spedizioni da parte dei corrieri potrebbero essere più lunghi del consueto.

Sconto 5%
Urban Common

Urban Common

Elementi teorici e strumenti pianificatori per una nuova lettura dei servizi urbani

Autori Giulia Esopi
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 266
Pubblicazione Settembre 2019 ( Edizione)
ISBN / EAN 8891632395 / 9788891632395
Collana Politecnica

Prefazione di Michèle Pezzagno

Postfazione di Roberto De Lotto

Prezzo Online:

25,00 €

23,75 €

Ordina ora per avere:
Ricezione entro 48h
Spedizione in 48h
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Spedizione Gratuita

All’interno del dibattito contemporaneo sugli studi urbani, la città è intesa come un sistema aperto complesso che interagisce con l’ambiente esterno e con altri sistemi simili creando una rete globale anch’essa complessa.

Nel contempo, il sistema città è soggetto a continui e rapidi cambiamenti che ne minacciano l’equilibrio provocando condizioni di instabilità e di fragilità.

Le istituzioni, responsabili dello sviluppo sostenibile del territorio, faticano a operare in maniera ottimale generando così situazioni di inefficienza e scarso funzionamento del sistema urbano e delle sue parti.

Ad esempio, la difficoltà delle istituzioni di gestire il territorio comporta disposizioni spaziali statiche e rigide di un sistema fluido che causano l’abuso e il sottoutilizzo degli spazi e dei servizi della città e l’insoddisfazione delle esigenze della popolazione (cittadini e city user).

A fronte di tali situazioni di criticità, emergono iniziative comunitarie finalizzate a plasmare lo spazio urbano.

Si tratta di forme di collaborazione e cooperazione tra diversi soggetti che si assumono la responsabilità della cura e della rigenerazione delle risorse urbane soddisfacendo sia le esigenze collettive che quelle individuali.

Tali azioni rappresentano esperienze di resilienza sociale e alternative virtuose alla pianificazione tradizionale, capaci di aumentare la qualità del sistema urbano in termini di valorizzazione, sostenibilità e attrattività. Concretamente tra elementi fisici e individui, si generano nuove forme di ricchezza come gli urban common.

La presente ricerca analizza la tematica degli urban common, intesi come risorse urbane condivise da un gruppo eterogeneo di individui, e si propone di comprendere come la pianificazione locale può garantire una prospettiva urban common nel ragionamento dei servizi urbani.

Nello specifico, lo studio evidenzia i caratteri generali e specifici della tematica, confronta gli urban common con i servizi urbani così come sono intesi nel contesto italiano e, infine, analizza la distribuzione spaziale del fenomeno nello specifico contesto della città di Segrate (MI).

Giulia Esopi
PhD. Ha conseguito il dottorato di ricerca in Ingegneria Civile e Architettura con una borsa di studio finanziata dal Ministero dell’Università e della Ricerca. Laureata in Ingegneria Edile - Architettura presso l’Università degli Studi di Pavia nel luglio 2014 con una tesi nel Settore Scientifico-Disciplinare ICAR/20 dal titolo ‘La città porosa’, relatore Prof. Roberto De Lotto. Da novembre 2014 inizia la collaborazione con Urban Project Laboratory e da gennaio 2015 è detentrice di una borsa di ricerca sul tema Smart use and re-use of open spaces for cities and communities. Dallo stesso anno svolge assistenza ai corsi di Urbanistica e Tecnica Urbanistica presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Pavia.


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top