Forme dell'inclusività pratiche spazi progetti

 
Prezzo speciale 17,10 €
SCONTO 5%
5%
Anzichè 18,00 €
Disponibile

Autori a cura di Antonio Longo, Chiara Rabbiosi, Pierluigi Salvadeo

Autori a cura di Antonio Longo, Chiara Rabbiosi, Pierluigi Salvadeo
Pagine 334
Data pubblicazione Luglio 2017
ISBN 8891622402
ean 9788891622402
Tipo Cartaceo
Collana Politecnica
Editore Maggioli Editore
Dimensione 15x21
  • Spedizione in 48h
  • Paga alla consegna senza costi aggiuntivi

Autori a cura di Antonio Longo, Chiara Rabbiosi, Pierluigi Salvadeo

Autori a cura di Antonio Longo, Chiara Rabbiosi, Pierluigi Salvadeo
Pagine 334
Data pubblicazione Luglio 2017
ISBN 8891622402
ean 9788891622402
Tipo Cartaceo
Collana Politecnica
Editore Maggioli Editore
Dimensione 15x21

Forme dell’inclusività: Pratiche spazi progetti Il concetto di inclusività si sviluppa in relazione alle trasformazioni delle società moderne, alla globalizzazione, all’apertura e alla mobilità dei sistemi sociali, assumendo la compresenza degli opposti e la perdita di molti limiti disciplinari. Questo volume raccoglie contributi di autori che traguardano il tema dell’inclusività spaziale provenendo da esperienze e interessi distanti, ma con il comune obiettivo di indagare una nuova stagione, quella attuale, nella quale una serie di soluzioni parziali tracciano segmenti forti contrassegnati spesso da acutissime connessioni deboli.

Antonio Longo è Architetto, urbanista e Professore Associato presso il Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano, dove insegna Progettazione Urbanistica. 

Chiara Rabbiosi è assegnista di ricerca presso il Dipartimento QuVi dell’Università di Bologna, dove si occupa prevalentemente di rigenerazione urbana e geografie del consumo. 

Pierluigi Salvadeo è Professore Associato nella Scuola AUIC del Politecnico di Milano e socio fondatore dello studio di progettazione Guidarini-Salvadeo architetti associati ii inclusive interiors è una collana di studi e ricerche che, nel tentativo di costruire un ambiente adattabile che risponda alla necessità di dialogo interculturale determinata dai flussi migratori transnazionali, si propone di tracciare un quadro delle più rilevanti sperimentazioni architettoniche sugli interni collettivi, capaci di mettere in luce le strategie e gli strumenti più innovativi di “progettazione inclusiva” al riguardo. A tal proposito, essa raccoglie contributi critici multidisciplinari, focalizzati su quelle architetture e quegli spazi che meglio rispondono al cambiamento dell’uso dell’ambiente collettivo, in una società segnata dall’intensificazione della mobilità delle persone e delle informazioni.

Pratiche spazi progetti


Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Forme dell'inclusività pratiche spazi progetti