Facebook Pixel

Brevetti e proprietà industriale

 
Prezzo speciale 15,20 €
SCONTO 5%
5%
Anzichè 16,00 €
Disponibile

Autori Riccardo Pietrabissa, Massimo Barbieri

Pagine 302
Autori Riccardo Pietrabissa, Massimo Barbieri
Data ristampa
Data pubblicazione Dicembre 2014
ISBN 8891609137
ean 9788891609137
Tipo Cartaceo
Collana Politecnica
Editore Maggioli Editore
Dimensione 14x21
  • Spedizione in 48h
  • Paga alla consegna senza costi aggiuntivi

Autori Riccardo Pietrabissa, Massimo Barbieri

Pagine 302
Autori Riccardo Pietrabissa, Massimo Barbieri
Data ristampa
Data pubblicazione Dicembre 2014
ISBN 8891609137
ean 9788891609137
Tipo Cartaceo
Collana Politecnica
Editore Maggioli Editore
Dimensione 14x21

Massimo Barbieri  
È tecnico presso l’Ufficio di Trasferimento Tecnologico (TTO) del Politecnico di Milano. Laureato in chimica all’Università degli studi di Pavia, dopo alcuni anni di lavoro presso enti pubblici di ricerca e aziende, ha conseguito una specializzazione in tutela della Proprietà Industriale al MIP - Politecnico di Milano. Dal 2003 si occupa di valutazione d’invenzioni, due diligence e di ricerche di prior art.

Riccardo Pietrabissa
Laureato in Ingegneria Meccanica a Pisa, Dottore di Ricerca in Bioingegneria, è Professore Ordinario di Bioingegneria Industriale al Politecnico di Milano dove insegna Progettazione di Endoprotesi e Brevetti e Proprietà Industriale. Ha svolto ricerca nel settore della biomeccanica  computazionale e sperimentale. Al Politecnico è stato Delegato al Trasferimento Tecnologico e Prorettore. È stato tra i fondatori e fino al 2013 Presidente di Netval, l’Associazione per la valorizzazione della ricerca universitaria. È stato Direttore del Dipartimento ICT del CNR. Attualmente è Presidente del Gruppo Nazionale di Bioingegneria. I suoi interessi per la ricerca scientifica, le tecnologie innovative e il trasferimento tecnologico lo hanno portato a sviluppare i processi di gestione dei brevetti nelle università e negli enti di ricerca pubblici.

Quando si parla di brevetti, l’immaginario collettivo corre all’inventore geniale, l’Archimede Pitagorico creato da Disney, la lampadina di Edison piuttosto che l’automobile del tempo di Ritorno al futuro, ma molti guardano anche con timore alle posizioni dominanti di multinazionali industriali, al rischio di inadeguata distribuzione di un bene utile, ai problemi della contraffazione delle merci nel mondo globalizzato. Certamente oltre alle invenzioni che costituiscono l’oggetto del brevetto e agli effetti che possono derivare dal suo uso, vi è però poca conoscenza del brevetto come strumento di protezione della proprietà industriale. Solo conoscendolo si possono capire i suoi limiti e le opportunità che può generare, quando utilizzarlo e come, quali sono gli altri strumenti  per difendere e diffondere la proprietà intellettuale. Questo volume non è per addetti ai lavori, né orientati ai temi giuridici ed economici che riguardano i brevetti e la proprietà industriale, ma è rivolto a tutti coloro che, avendo una formazione scientifica e tecnologica, possono essere coinvolti nei processi di valorizzazione e protezione delle invenzioni. Questi professionisti, da imprenditori o da dipendenti di piccole, medie o grandi imprese, devono imparare a riconoscere una invenzione, a proteggerla e a valorizzarla per generare innovazione e competitività e questo libro è una guida che offre un inquadra-mento completo e una base di conoscenza utile per poter partecipare ai processi di gestione dei brevetti con consapevolezza. Il libro è scritto da esperti dei diversi argomenti e nasce dall’esperienza acquisita nella didattica del corso di Brevetti e Proprietà Industriale tenuto al Politecnico di Milano dal Prof. Riccardo Pietrabissa.

a cura di Riccardo Pietrabissa e Massimo Barbieri

Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Brevetti e proprietà industriale