Concorso 791 posti Ministero della Giustizia 18 Conservatori - Prova scritta

Teoria e Test
Prezzo speciale 29,45 €
SCONTO 5%
5%
Anzichè 31,00 €
Disponibile

Autori AA.VV.

Pagine 654
Data pubblicazione Gennaio 2023
Data ristampa
ISBN 8891663245
ean 9788891663245
Tipo Cartaceo
Sottotitolo Teoria e Test
Collana Concorsi&Esami
Editore Maggioli Editore
Dimensione 17x24
  • Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
  • Spedizione gratuita
  • Data di uscita 31/01/2023

Autori AA.VV.

Pagine 654
Data pubblicazione Gennaio 2023
Data ristampa
ISBN 8891663245
ean 9788891663245
Tipo Cartaceo
Sottotitolo Teoria e Test
Collana Concorsi&Esami
Editore Maggioli Editore
Dimensione 17x24

Il manuale è un utile strumento di preparazione al Concorso indetto dal Ministero della Giustizia per 791 posti, per il profilo dei 18 Conservatori da assegnare all’Ufficio centrale archivi notarili.

Il bando prevede di selezionare i candidati attraverso le seguenti prove:
› prova scritta: test da risolvere in 60 minuti composto da 40 domande di cui 25 sulle materie specifiche al profilo, 8 quiz di logica e 7 test situazionali;
› prova orale: colloquio sulle materie della prova scritta e ulteriori materie.

Il manuale illustra in maniera chiara e approfondita le materie richieste per la prova scritta:
› Diritto privato;
› Diritto amministrativo;
› Norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riferimento alle responsabilità, doveri e diritti dei pubblici dipendenti, codice di comportamento e sanzioni disciplinari;
› Quiz di logica a cura di Giuseppe Cotruvo con videolezioni e tecniche di risoluzione;
› Quesiti situazionali.

Nella sezione online disponibile seguendo le istruzioni riportate in fondo al libro sono presenti:
› Videocorso “FOCUS PUBBLICO IMPIEGO”
› videolezioni di logica a cura di Giuseppe Cotruvo;
› simulatore di quiz.

› Diritto privato
› Diritto amministrativo
› Pubblico impiego
› Logica
› Test situazionali

Materiali online:
- Videocorso “FOCUS PUBBLICO IMPIEGO”
- Videolezioni di logica
- Simulatore di quiz

LIBRO PRIMO DIRITTO PRIVATO

PARTE PRIMA - I SOGGETTI, IL DIRITTO DELLE PERSONE E LE SUCCESSIONI

Capitolo 1 Il concetto di diritto e il sistema delle fonti

Rinvio

Capitolo 2 Il rapporto giuridico e le situazioni soggettive

Rinvio

Capitolo 3 I soggetti e il diritto delle persone

3.1 Nozione di soggetto e di soggettività giuridica 

3.2 Le vicende inerenti alla persona fisica 

3.2.1 Esistenza, morte, commorienza

3.2.2 Scomparsa, assenza, dichiarazione di morte presunta

3.3 La sede giuridica della persona 

3.4 La capacità giuridica e la capacità di agire 

3.5 L’interdizione e l’inabilitazione 

3.5.1 L’interdizione

3.5.2 L’inabilitazione

3.6 L’incapacità naturale 

3.7 L’interdizione legale

3.8 Gli istituti di protezione: potestà, tutela, curatela, amministrazione di sostegno 

3.8.1 Responsabilità genitoriale, tutela, curatela  

3.8.2 L’amministrazione di sostegno  

3.8.3 L’assistenza ai disabili gravi (rinvio)

3.9 Le persone giuridiche 

3.9.1 Definizione ed elementi costitutivi  

3.9.2 Le associazioni e le fondazioni  

3.9.3 Il riconoscimento e i suoi effetti

3.9.4 La costituzione delle persone giuridiche  

3.9.5 Gli organi delle persone giuridiche  

3.9.6 L’estinzione delle persone giuridiche  

3.10 Le associazioni non riconosciute 

3.11 Comitati 

3.11.1 I comitati  

3.12 Il terzo settore 

3.12.1 Gli Enti del terzo settore  

3.12.2 Le organizzazioni di volontariato  

3.12.3 Enti filantropici  

3.12.4 L’impresa sociale  

3.12.5 Trasformazione, fusione e scissione

3.13 I diritti della personalità 

3.13.1 Fondamento e caratteri essenziali  

3.13.2 I principali diritti della personalità  

Capitolo 4 La famiglia nell’ordinamento giuridico

Rinvio

Capitolo 5 Le successioni e gli atti di liberalità

Rinvio

PARTE SECONDA - I FATTI, GLI ATTI E I NEGOZI GIURIDICI

Capitolo 6 I fatti e gli atti giuridici

6.1 Fatti e atti nel diritto privato

6.2 La prescrizione

6.3 La decadenza

6.4 La pubblicità e la trascrizione 

6.4.1 Funzione, strumenti di attuazione ed effetti della pubblicità  

6.4.2 Disciplina della trascrizione  

6.5 La prova dei fatti giuridici

Capitolo 7 Il negozio giuridico

7.1 Nozione e classificazioni

7.2 Gli elementi essenziali del negozio giuridico 

7.2.1 I soggetti  

7.2.2 La volontà  

7.2.3 La simulazione  

7.2.4 I vizi della volontà: il dolo, la violenza, l’errore  

7.2.5 La forma  

7.2.6 La causa  

7.3 Il collegamento negoziale

7.4 Gli elementi accidentali del negozio giuridico

Capitolo 8 La rappresentanza

Rinvio

Capitolo 9 La patologia del negozio giuridico

9.1 Concetti generali

9.2 La nullità

9.3 L’annullabilità 

9.4 La convalida 

9.5 La rescissione 

9.5.1 La rescissione del contratto concluso in stato di pericolo

9.5.2 La rescissione del contratto per lesione

PARTE TERZA - BENI E DIRITTI REALI

Capitolo 10 I beni giuridici

10.1 La nozione di bene in senso giuridico ex art. 810 c.c.

10.2 Le categorie di beni: beni mobili, immobili e mobili registrati 

10.3 Le pertinenze 

10.4 Le universalità patrimoniali 

10.5 I frutti e la fruttificazione 

10.6 I diritti sui beni: caratteri e distinzioni dei diritti reali 

10.7 Beni appartenenti allo Stato, agli enti pubblici e agli enti ecclesiastici (rinvio)

Capitolo 11 I diritti reali

11.1 La proprietà

11.1.1 Contenuto e funzione sociale. Limiti

11.1.2 I modi di acquisto della proprietà  

11.1.3 Le azioni a difesa della proprietà  

11.2 Forme speciali di proprietà 

11.2.1 La comunione  

11.2.2 Il condominio  

11.2.3 La multiproprietà  

11.2.4 Il trust e legge sul «dopo di noi»

11.2.5 Espropriazione di beni oggetto di vincoli di indisponibilità o di alienazioni a titolo gratuito

11.3 I diritti reali di godimento: generalità e caratteristiche comuni 

11.4 La superficie 

11.5 L’enfiteusi 

11.6 Le servitù prediali  

11.6.1 Il contenuto del diritto di servitù  

11.6.2 Le diverse tipologie di servitù  

11.6.3 Modi di costituzione delle servitù e cause estintive  

11.7 L’usufrutto 

11.8 L’uso e l’abitazione 

Capitolo 12 Il possesso e l’usucapione

12.1 Nozione e caratteri del possesso

12.2 Il possesso di buona fede e il principio del «possesso vale titolo» (art. 1153 c.c.)

12.3 Le azioni possessorie 

12.3.1 Le azioni reintegrative e manutentive  

12.4 Le azioni di nunciazione 

12.5 L’usucapione 

Capitolo 13 I diritti sui beni immateriali

Rinvio

PARTE QUARTA - LE OBBLIGAZIONI E I CONTRATTI

Capitolo 14 L’obbligazione e il rapporto obbligatorio

14.1 Il concetto di obbligazione

14.2 Gli elementi del rapporto obbligatorio

14.2.1 I soggetti  

14.2.2 L’oggetto: la prestazione  

14.2.3 L’interesse  

14.2.4 Il comportamento secondo correttezza

14.2.5 L’adempimento delle obbligazioni

14.2.6 La diligenza nell’adempimento

14.2.7 Il luogo dell’adempimento

14.2.8 Il tempo dell’adempimento

14.2.9 Il termine dell’adempimento

14.3 Il pagamento con surrogazione

14.4 La mora

14.4.1 La mora del creditore

14.4.2 La mora del debitore

14.4.3 La costituzione in mora

14.5 La responsabilità del debitore

14.5.1 Il risarcimento del danno  

14.5.2 La valutazione equitativa del danno

14.5.3 Il concorso del fatto colposo del creditore

14.6 I diversi tipi di obbligazione  

14.6.1 Le obbligazioni naturali  

14.6.2 Le obbligazioni soggettivamente complesse. Le obbligazioni solidali

14.6.3 Le obbligazioni cumulative, le obbligazioni alternative e le obbligazioni con facoltà alternativa

14.6.4 Le obbligazioni pecuniarie  

14.7 Le modificazioni nel lato attivo del rapporto obbligatorio  

14.7.1 La cessione del credito  

14.7.2 La surrogazione di pagamento  

14.7.3 Il factoring  

14.8 Le modificazioni nel lato passivo del rapporto obbligatorio  

14.8.1 La delegazione  

14.8.2 L’espromissione  

14.8.3 L’accollo  

14.9 La cessione del contratto  

Capitolo 15 L’estinzione delle obbligazioni

15.1 L’adempimento

15.2 L’adempimento del terzo  

15.3 La prestazione in luogo dell’adempimento (cd. datio in solutum)  

15.4 I modi di estinzione dell’obbligazione diversi dall’adempimento  

15.4.1 La compensazione  

15.4.2 La confusione  

15.4.3 La novazione  

15.4.4 La remissione

15.4.5 L’impossibilità sopravvenuta della prestazione  

Capitolo 16 Le conseguenze dell’inadempimento del debitore

16.1 La responsabilità per inadempimento

16.2 La clausola penale e la caparra confirmatoria  

16.3 La garanzia patrimoniale generica  

16.4 I mezzi di conservazione della garanzia patrimoniale

16.4.1 L’azione surrogatoria e il patto marciano

16.4.2 L’azione revocatoria (o pauliana)  

16.4.3 Il sequestro conservativo  

Capitolo 17 Il contratto in generale

17.1 Definizione ed elementi essenziali del contratto  

17.1.1 L’accordo

17.1.2 La causa

17.1.3 L’oggetto

17.1.4 La forma

17.2 L’autonomia contrattuale

17.3 Classificazione dei contratti  

17.4 La conclusione del contratto  

17.5 Le trattative e la responsabilità precontrattuale  

17.6 Il contratto preliminare  

17.7 Le condizioni generali di contratto  

17.8 Le clausole vessatorie e il Codice del consumo

17.9 La tutela del consumatore (rinvio)

17.10 L’efficacia del contratto  

17.10.1 Gli effetti del contratto tra le parti  

17.10.2 Gli effetti del contratto nei confronti dei terzi  

17.10.2.1 Il contratto a favore del terzo

17.10.2.2 Il contratto per persona da nominare

17.10.2.3 La promessa del fatto del terzo

17.11 L’interpretazione e l’integrazione del contratto

17.12 Le ricadute della pandemia da COVID-19 sull’efficacia del contratto

Capitolo 18 Il sinallagma e la risoluzione dei contratti

18.1 Il contratto a prestazioni corrispettive

18.2 La risoluzione dei contratti

18.2.1 Tipologia e presupposti

18.2.2 La risoluzione per inadempimento e l’eccezione di inadempimento  

18.2.3 La risoluzione per impossibilità sopravvenuta  

18.2.4 La risoluzione del contratto in tempo di pandemia da COVID-19

18.2.5 La risoluzione per eccessiva onerosità  

18.2.6 Il contratto aleatorio

18.3 Il diritto di recesso  

18.4 Gli effetti della risoluzione  

18.5 L’eccezione di inadempimento

18.6 La clausola solve et repete

Capitolo 19 Il sistema delle garanzie del credito

19.1 Il concorso dei creditori e le cause di prelazione

19.2 I privilegi

19.3 I diritti reali di garanzia  

19.3.1 Struttura e caratteri  

19.3.2 Il pegno  

19.3.3 Pegno mobiliare non possessorio  

19.3.4 L’ipoteca  

19.4 Le garanzie personali  

19.4.1 La fideiussione  

19.4.2 L’avallo  

19.4.3 Il mandato di credito  

19.4.4 Il prestito vitalizio ipotecario

19.4.5 La transazione

19.4.6 La cessione dei beni al creditore

19.4.7 Il contratto autonomo di garanzia

19.4.8 Il diritto di ritenzione  

Capitolo 20 I principali contratti

20.1 I contratti per la circolazione dei beni

20.1.1 La vendita

20.1.2 Il riporto

20.1.3 Il deposito (nozione)

20.1.4 Il comodato

20.1.5 Il mutuo

20.1.6 La permuta

20.1.7 Il contratto estimatorio  

20.1.8 La somministrazione  

20.1.9 L’affiliazione commerciale (franchising)  

20.1.10 Il factoring

20.1.11 Leasing

20.1.12 Lease back

20.1.13 Leasing immobiliare abitativo

20.1.14 Locazione finanziaria

20.2 I contratti per l’esecuzione di opere o la prestazione di servizi  

20.2.1 Il contratto di appalto  

20.2.2 Il contratto di trasporto  

20.2.3 Il contratto di assicurazione  

20.3 I contratti per la promozione o la conclusione di affari  

20.3.1 Il mandato  

20.3.2 La commissione  

20.3.3 La spedizione  

20.3.4 Il contratto di agenzia  

20.3.5 La mediazione  

20.3.6 La locazione

20.3.7 Locazione in funzione di alienazione (rent to buy)

20.3.8 L’affitto

Capitolo 21 Le fonti non contrattuali del rapporto obbligatorio

21.1 Le obbligazioni nascenti da atti unilaterali

21.1.1 Le promesse unilaterali: la promessa di pagamento e la ricognizione di debito

21.1.2 La promessa al pubblico  

21.2 Le obbligazioni derivanti dalla legge  

21.2.1 La gestione di affari  

21.2.2 Il pagamento dell’indebito  

21.2.3 L’arricchimento senza causa  

21.3 Le obbligazioni nascenti da fatto illecito  

21.3.1 La responsabilità per danni  

21.3.2 Responsabilità contrattuale e responsabilità extracontrattuale

21.4 Gli elementi costitutivi del fatto illecito  

21.4.1 Il fatto

21.4.2 Il danno ingiusto  

21.4.3 La colpevolezza  

21.4.4 Il nesso di causalità  

21.4.5 La legittima difesa civilistica  

21.4.6 Lo stato di necessità civilistico

21.4.7 Le forme della responsabilità indiretta e della responsabilità oggettiva  

21.4.8 Il risarcimento del danno  

21.4.9 Il risarcimento del danno non patrimoniale

21.4.10 Le nuove frontiere del danno non patrimoniale risarcibile  

21.4.11 Il danno non patrimoniale dopo le Sezioni Unite del 2008  

Capitolo 22 Clausole vessatorie e tutela del consumatore

Rinvio

PARTE QUINTA - IMPRESA E SOCIETÀ

Rinvio

LIBRO SECONDO DIRITTO AMMINISTRATIVO

PARTE PRIMA - ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA, BENI E RESPONSABILITÀ DELLA P.A.

Capitolo 1

Il Governo. Pluralismo istituzionale, organi e competenze della P.A.

1.1 Quadro generale dell’organizzazione statale centrale

1.1.1 Lo Stato-amministrazione e le formule organizzatorie

1.1.2 Il Governo, i Ministeri e la Governance per il PNRR

1.1.2.1 Il ruolo del Governo nell’ordinamento italiano

1.1.2.2 Nomina, operatività e caduta del Governo

1.1.2.2.1 Il ruolo del Capo dello Stato nella procedura di nomina del Governo

1.1.2.2.2 Il voto di fiducia

1.1.2.2.3 La crisi del Governo: crisi parlamentare

1.1.2.2.4 La crisi del Governo: crisi extraparlamentare

1.1.2.3 La struttura del Governo: disciplina costituzionale e legislativa

1.1.2.4 Il Presidente del Consiglio

1.1.2.5 I Ministri ed i Ministeri

1.1.2.5.1 I Ministri

1.1.2.5.2 I sottosegretari di Stato e i vice Ministri

1.1.2.6 II Consiglio dei Ministri

1.1.2.7 Altri organi e strutture governative

1.1.2.8 La responsabilità degli organi di Governo

1.1.2.9 Governo e pubblica amministrazione

1.1.2.10 Gli organi ausiliari

1.1.2.11 La Governance per l’attuazione del PNRR

1.1.2.11.1 Cabina di regia per il Piano nazionale di ripresa e resilienza

1.1.2.11.2 Poteri sostitutivi e superamento del dissenso

1.1.3 Le società partecipate, l’affidamento in house e le società a partecipazione mista

1.2 L’organizzazione statale periferica

1.2.1 Premessa

1.2.2 Il Prefetto e gli Uffici territoriali di Governo (UTG)

1.3 Gli enti pubblici nel pluralismo istituzionale

1.3.1 Nozione e classificazione

1.3.2 I caratteri degli enti pubblici

1.3.3 Le Agenzie

1.4 Le Autorità amministrative indipendenti

1.5 L’influenza del diritto europeo

1.5.1 L’organismo di diritto pubblico

1.5.2 L’impresa pubblica

1.6 Enti territoriali – Amministrazione regionale e locale (rinvio)

1.7 Gli organi e gli uffici

1.7.1 Definizioni

1.7.2 La classificazione degli organi

1.7.3 Rapporto organico e rapporto di servizio

1.8 Attribuzione e competenza: definizioni e tipologie

1.9 Il trasferimento di competenza

1.9.1 Premessa

1.9.2 La delega

1.9.3 L’avocazione

1.9.4 La sostituzione

1.9.5 Il difetto di competenza

1.10 Le relazioni tra gli organi

1.10.1 La gerarchia

1.10.2 La direzione ed il coordinamento

1.11 Il controllo

1.11.1 Nozione e funzione di controllo

1.11.2 Il controllo sugli organi

1.11.3 Il controllo sugli atti

1.11.4 Il controllo sull’attività

1.11.5 I controlli interni sull’attività

Capitolo 2 Beni e patrimonio

2.1 I beni pubblici

2.1.1 Note introduttive

2.1.2 I beni demaniali

2.1.3 I beni patrimoniali indisponibili

2.1.4 I beni patrimoniali disponibili

2.1.5 Utilizzazione dei beni pubblici

2.1.5.1 La concessione di beni pubblici

2.1.6 I diritti reali pubblici su beni altrui

2.1.7 La tutela dei beni pubblici

2.1.8 I beni privati di interesse pubblico

2.1.9 I domini collettivi e i beni collettivi

Capitolo 3 Nozioni sul rapporto di lavoro alle dipendenze della P.A.

Rinvio

Capitolo 4 La responsabilità della pubblica amministrazione

4.1 Profili generali

4.2 Le tipologie della responsabilità civile

4.3 La responsabilità extracontrattuale della pubblica amministrazione

4.4 La responsabilità da atto legittimo

4.5 Ulteriori ipotesi di responsabilità: il danno da ritardo, il danno da disturbo e il danno erariale

4.6 La responsabilità contrattuale della pubblica amministrazione

4.7 La responsabilità contrattuale negli accordi amministrativi

4.8 La responsabilità da contatto qualificato

4.9 La responsabilità precontrattuale della pubblica amministrazione

PARTE SECONDA - AZIONE AMMINISTRATIVA

Capitolo 5 L’esercizio della funzione amministrativa: attività discrezionale e provvedimentale

5.1 Discrezionalità amministrativa

5.2 Discrezionalità tecnica, accertamento tecnico e discrezionalità mista

5.3 Il merito

5.4 Le posizioni soggettive

5.4.1 Concetto di situazione giuridica soggettiva

5.4.2 Definizione e tipologie dell’interesse legittimo

5.4.3 La posizione giuridica di diritto soggettivo

5.5 Interessi diffusi e collettivi

5.6 La class action nei confronti della P.A.

5.7 Gli atti e i provvedimenti amministrativi (rinvio)

5.7.1 Nozione

5.7.2 Gli elementi essenziali

5.7.3 Gli elementi accidentali

5.7.4 La struttura formale dell’atto

5.7.5 I caratteri

5.7.6 L’efficacia

5.7.7 L’esecutività e l’eseguibilità

5.8 L’autorizzazione e le figure affini

5.9 La segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) (rinvio)

5.10 II silenzio assenso in luogo dell’autorizzazione espressa (rinvio)

5.11 La concessione

5.12 Il permesso di costruire e la CILA

5.13 I provvedimenti restrittivi: gli atti ablatori

5.14 Gli atti sanzionatori

5.15 L’espropriazione

5.16 I certificati

5.17 Le autocertificazioni

5.17.1 Le dichiarazioni sostitutive di certificazioni

5.17.2 L’oggetto delle dichiarazioni sostitutive di certificazioni

5.17.3 Le dichiarazioni sostitutive di atti di notorietà

5.18 L’informatizzazione e la digitalizzazione

5.18.1 II Codice dell’amministrazione digitale

5.18.1.1 I diritti dell’amministrazione digitale

5.18.2 La dematerializzazione dei documenti

5.18.2.1 Il documento informatico

5.18.2.2 Il fascicolo informatico

5.18.2.3 Il protocollo informatico

5.18.3 Firma digitale

5.18.4 Le copie di atti e documenti informatici

5.18.5 Il Sistema pubblico di connettività (SPC)

5.18.6 II Sistema pubblico di identità digitale (SPID)

5.18.7 Cybersecurity

5.18.8 I pagamenti alla P.A. con modalità informatiche

5.18.8.1 II sistema PagoPA

Capitolo 6 Procedimento e atti amministrativi

6.1 Nozione e funzione del procedimento amministrativo

6.2 Il procedimento amministrativo secondo la legge 241 del 1990. La trasparenza e i principi generali interni e di rilievo europeo

6.3 L’obbligo di provvedere

6.4 Il danno da ritardo e il suo risarcimento

6.5 La comparazione degli interessi. La Conferenza di servizi

6.6 Le fasi del procedimento. L’unità organizzativa e il responsabile del procedimento

6.6.1 Fasi del procedimento

6.6.2 Unità organizzativa e responsabile del procedimento

6.6.3 La comunicazione di avvio del procedimento

6.6.4 Il preavviso di rigetto

6.7 La semplificazione del procedimento amministrativo

6.8 Il silenzio della P.A.

6.9 Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA)

6.10 II diritto di accesso alla documentazione amministrativa

6.10.1 Le fonti interessate

6.10.2 La legittimazione attiva al diritto di accesso

6.10.3 La legittimazione passiva al diritto di accesso

6.10.4 Il documento amministrativo quale oggetto del diritto di accesso

6.10.5 Le ipotesi di esclusione

6.10.6 La richiesta di accesso

6.10.7 Rapporti tra diritto di accesso e tutela dei dati personali

6.10.8 L’accesso civico

6.10.9 Autocertificazioni (la riforma del 2020)

6.11 Protezione dei dati personali

6.11.1 Fonti in materia di trattamento dei dati

6.11.2 GDPR – Regolamento generale sulla protezione dei dati

6.11.2.1 Ambito di applicazione

6.11.2.2 Le principali definizioni

6.11.2.3 I principi generali in tema di trattamento dei dati personali

6.11.2.4 Trattamento di categorie particolari di dati personali

6.11.2.5 Diritti dell’interessato

6.11.2.6 Le figure fondamentali connesse alla protezione dei dati

6.11.2.7 Codici di condotta e certificazioni

6.11.2.8 Misure di sicurezza e accountability

6.11.3 Codice in materia di protezione dei dati personali

6.12 L’attività non autoritativa della pubblica amministrazione

6.12.1 Lineamenti generali

6.12.2 Tipologie di accordi

6.13 La partecipazione al procedimento

6.14 L’apporto collaborativo degli organi consultivi: pareri e valutazioni tecniche

6.15 Anticorruzione. Disciplina e strumenti di prevenzione

6.15.1 Note introduttive

6.15.2 I soggetti dell’anticorruzione

6.15.3 I Piani Anticorruzione e le misure di prevenzione

6.16 L’efficacia del provvedimento

6.16.1 Regole generali

6.16.2 Il riesame dei provvedimenti amministrativi

6.16.2.1 Note introduttive

6.16.2.2 Annullamento d’ufficio o autoannullamento

6.16.2.3 Revoca e decadenza

6.16.2.4 I provvedimenti ad effetto conservativo

6.16.2.5 Principio del giusto procedimento

6.16.2.6 Riemissione di provvedimenti annullati dal giudice per vizi inerenti ad atti endoprocedimentali

6.16.3 L’esecuzione d’ufficio

6.17 Gli atti e i provvedimenti amministrativi

6.17.1 Nozione di provvedimento amministrativo

6.17.2 Classificazione degli atti amministrativi

6.17.3 Atti di alta amministrazione e atti politici

6.17.4 Pareri

6.17.5 La concessione e l’autorizzazione

6.17.6 I provvedimenti ablativi

6.18 I caratteri del provvedimento amministrativo

6.19 Gli elementi essenziali del provvedimento

6.20 La motivazione

6.21 I requisiti del provvedimento amministrativo

6.22 Le patologie dell’azione amministrativa

6.22.1 L’invalidità in generale

6.22.2 I vizi di legittimità ed i vizi di merito. La legittimità e la liceità

6.22.3 La nullità, l’annullabilità e l’irregolarità del provvedimento

6.22.3.1 Nullità

6.22.3.2 Annullabilità

6.22.4 I vizi non invalidanti il provvedimento amministrativo

6.22.5 Classificazione dell’invalidità

6.22.6 L’illegittimità costituzionale dell’atto amministrativo

6.22.7 La non compatibilità del provvedimento amministrativo con il diritto UE

PARTE TERZA - CONTRATTI E GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA

Capitolo 7 Attività contrattuale della pubblica amministrazione

7.1 L’appalto

7.1.1 Il quadro normativo comunitario

7.1.2 II quadro normativo nazionale

7.1.3 Concetto e caratteristiche degli appalti pubblici

7.1.4 La formazione del contratto: il procedimento ad evidenza pubblica

7.2 Le regole fondamentali del Codice dei contratti pubblici

7.2.1 Affidamenti esclusi dal Codice. In house providing

7.2.2 I principi di trasparenza (art. 29)

7.2.3 Principi generali di affidamento (art. 30)

7.2.4 Responsabile unico del procedimento: RUP (art. 31)

7.2.5 Fasi delle procedure di affidamento (art. 32)

7.2.6 Soglie di rilevanza comunitaria e metodi di calcolo del valore stimato degli appalti (art. 35)

7.2.7 Contratti sotto soglia (art. 36)

7.2.8 Motivi di esclusione (art. 80)

7.3 Pari opportunità, generazionali, di genere e inclusione lavorativa nei contratti pubblici PNRR e PNC

7.4 Prospettive di riforma: la legge n. 78 del 2022 di delega al Governo in materia di contratti pubblici

Capitolo 8 Giustizia amministrativa. Il Codice del processo amministrativo

8.1 Il Codice del processo amministrativo

8.2 Processo amministrativo di primo grado

8.2.1 Le parti del processo amministrativo

8.2.2 Contenuto del ricorso

8.2.3 Notificazione del ricorso e suoi destinatari

8.2.4 Ricorso incidentale e domanda riconvenzionale

8.2.5 Motivi aggiunti

8.2.6 Vizi del ricorso e della notificazione

8.2.7 Deposito del ricorso e degli altri atti processuali

8.2.8 Costituzione delle parti intimate

8.2.9 Giudizio conseguente alla trasposizione del ricorso straordinario

8.2.10 Integrazione del contraddittorio

8.2.11 Intervento volontario in causa

8.2.12 Intervento per ordine del giudice

8.2.13 Termini e forme speciali di notificazione

8.2.14 Abbreviazione dei termini

8.2.15 Procedimento cautelare

8.2.16 Mezzi di prova e attività istruttoria

8.2.17 Riunione, discussione e decisione dei ricorsi

8.2.18 Incidenti nel processo

8.2.19 Estinzione e improcedibilità

8.2.20 Correzione di errore materiale dei provvedimenti del giudice

8.2.21 Udienze

8.2.22 Sentenza

8.3 Impugnazioni

8.3.1 Impugnazioni in generale

8.3.2 Appello

8.3.3 Revocazione

8.3.4 Opposizione di terzo

8.3.5 Ricorso per Cassazione

8.4 Ottemperanza e riti speciali

8.4.1 Il giudicato amministrativo

8.4.2 Giudizio di ottemperanza

8.4.3 Rito in materia di accesso ai documenti amministrativi

8.4.4 Tutela contro l’inerzia della pubblica amministrazione

8.4.5 Riti abbreviati relativi a speciali controversie

8.4.6 Contenzioso sulle operazioni elettorali

8.5 Giurisdizione esclusiva e giurisdizione estesa al merito

8.6 I ricorsi amministrativi

8.6.1 Nozione

8.6.2 Tipologie

8.6.3 I rimedi arbitrali e conciliativi

8.7 Giudice ordinario e pubblica amministrazione

8.7.1 L’ambito della giurisdizione ordinaria

PARTE QUARTA - ENTI TERRITORIALI NEL TITOLO V DELLA COSTITUZIONE E FONTI DEL DIRITTO

Rinvio

LIBRO TERZO NORME GENERALI IN MATERIA DI PUBBLICO IMPIEGO, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE RESPONSABILITÀ, DOVERI E DIRITTI DEI PUBBLICI DIPENDENTI, CODICE DI COMPORTAMENTO E SANZIONI DISCIPLINARI

Capitolo 1 Lavoro alle dipendenze della P.A. Responsabilità, comportamento e sanzioni

1.1 Il cammino della privatizzazione

1.2 La riforma Brunetta: il percorso inverso della rilegificazione  

1.3 Il “decreto Madia”

1.4 Il sistema delle fonti del pubblico impiego

1.5 La micro e la macro organizzazione

1.6 La contrattazione collettiva

1.7 La contrattazione integrativa

1.8 L’accesso al pubblico impiego

1.8.1 Il reclutamento: dal testo unico al decreto attuativo PNRR-bis (D.L. 36/2022, conv. In L. 79/2022)

1.8.1.1 Le procedure concorsuali semplificate di cui al D.L. 44/2021

1.8.1.2 Le nuove regole in materia di reclutamento di cui al D.L. 80/2021

1.8.1.3 Le nuove regole di cui al D.L. 36/2022, conv. in L. 79/2022

1.9 Lavoro a tempo parziale

1.10 Lavoro a tempo determinato (o a termine)

1.11 Contratto di somministrazione  

1.12 Il lavoro agile (c.d. smart working)

1.13 L’attenzione al benessere organizzativo

1.14 Il regime delle progressioni

1.15 La modificazione soggettiva

1.15.1 La mobilità volontaria

1.15.2 La mobilità obbligatoria

1.15.3 La mobilità tra pubblico e privato

1.16 L’esercizio di mansioni superiori

1.17 Il nuovo status del dipendente pubblico

1.18 La responsabilità dei dipendenti pubblici e le sanzioni disciplinari

1.19 Il Codice di comportamento dei dipendenti pubblici

1.19.1 I principi generali

1.19.2 Le singole fattispecie

1.19.3 I rapporti con il pubblico

1.19.4 Le disposizioni particolari per i dirigenti

1.19.5 Vigilanza, monitoraggio ed attività formative

1.19.6 La violazione dei doveri del codice e la responsabilità

1.19.7 Aggiornamento dei codici di comportamento e formazione in tema di etica pubblica

1.19.8 Organismo indipendente di valutazione

1.19.9 Merito e premi

1.19.9.1 Merito

1.19.9.2 Premi

1.20 La dirigenza e il management locale

1.20.1 Il rapporto politica-amministrazione e le funzioni dirigenziali  

1.20.2 La culpa in vigilando del dirigente  

1.20.3 La delega di funzioni dirigenziali

1.21 Trasparenza e anticorruzione

1.22 Il Nucleo della concretezza e il Piano triennale delle azioni concrete per l’efficienza delle Pubbliche Amministrazioni

1.23 Piano integrato di attività e organizzazione

1.24 Cessazione del rapporto di lavoro presso le amministrazioni pubbliche

1.25 Il riparto di giurisdizione in materia di pubblico impiego

LIBRO QUARTO TEST SITUAZIONALI

Capitolo 1 Esempi pratici di test situazionali

Premessa  

1.1 PARTE 1 - Competenze utili per ruoli che prevedono l’assunzione di responsabilità e teamwork

1.1.1 Test situazionali nell’area delle competenze utili per ruoli che prevedono l’assunzione di responsabilità e teamwork

1.1.2 Quadro delle risposte - PARTE 1 - Competenze utili in incarichi di responsabilità

1.2 PARTE 2 - Test situazionali nell’area delle competenze relative all’Intelligenza Emotiva

1.2.1 Test situazionali nell’area dell’Intelligenza Emotiva

1.2.2 Quadro delle risposte - PARTE 2 - Intelligenza Emotiva  

LIBRO QUINTO SIMULAZIONI DI LOGICA

Simulazione n. 1 – Quiz

Simulazione n. 1 – Risposte

Simulazione n. 2 – Quiz

Simulazione n. 2 – Risposte

Simulazione n. 3 – Quiz

Simulazione n. 3 – Risposte

Simulazione n. 4 – Quiz

Simulazione n. 4 – Risposte

Simulazione n. 5 – Quiz

Simulazione n. 5 - Risposte

Scrivi la tua recensione
Stai recensendo:Concorso 791 posti Ministero della Giustizia 18 Conservatori - Prova scritta