SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

L’autotutela del professionista tecnico nei contratti d’appalto privati

L’autotutela del professionista tecnico nei contratti d’appalto privati

Autori Massimo Cartone
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 15x21
Pagine 108
Pubblicazione Novembre 2018 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891622693 / 9788891622693
Collana Professione in tasca

Profili di responsabilità del progettista e del direttore dei lavori

Prezzo Online:

16,00 €

Il progettista ed il direttore dei lavori, fra tutti i professionisti coinvolti nella realizzazione di un’opera, rivestono i ruoli di maggiore responsabilità e infatti capita spesso che, nel caso in cui l’opera presenti vizi e difformità, costoro vengano chiamati a rispondere in solido all’impresa appaltatrice per l’intero danno causato al committente od a terzi.

La giurisprudenza ha ampliato significativamente il perimetro di responsabilità del progettista e del direttore dei lavori nei cui confronti è stata estesa l’ipotesi di responsabilità extracontrattuale per gravi vizi.

Questo agile testo fornisce indicazioni sulle regole di condotta da adottare, indispensabili al Professionista tecnico per potersi preventivamente tutelare da eventuali rischi di responsabilità civile, che si traducono in specifici doveri di rendicontazione.

Guida nell’uso adeguato dell’apposita documentazione che deve essere predisposta su ogni vizio e/o difformità riscontrati nell’esecuzione dell’incarico professionale, nel rifiuto a sottoscrivere documenti e verbali che accertino la responsabilità per i vizi che - contro il parere del professionista - non sono stati sanati e, in extremis, nella rinuncia all’incarico.

Massimo Cartone,
geometra, ingegnere e dottore in giurisprudenza, esercita da sempre la libera professione a Milano. Consulente tecnico del Tribunale di Milano, è autore di diverse pubblicazioni tecnico - giuridiche ed è stato professore a contratto presso il Politecnico di Milano - Facoltà di Architettura per i corsi di “Programmazione tecnica ed economica e controllo qualità edilizia”, “Valutazione, programmazione e controllo”, e “Management di progetti complessi”. Attualmente è docente presso il laboratorio di “Costruibilità e Sostenibilità dell’architettura”. 
Massimo Cartone è membro della R.S.A. (Royal Society for the encouragement of Arts, Manufactures & Commerce), della R.I.C.S. (Royal Institution of Chartered Surveyors) oltre che del C.I.O.B. (Chartered Institute of Building)

1. Le varie figure professionali coinvolte nel contratto di appalto d’opera
2. La responsabilità civile nel contratto di appalto: il doppio binario di responsabilità, disciplina e limiti e la dilatazione della responsabilità
2.1. La responsabilità contrattuale per difformità e vizi lievi (art. 1667 c.c.)
2.2. La responsabilità extracontrattuale per rovina o difetti nella costruzione (art. 1669 c.c.)
3. La responsabilità dei professionisti coinvolti nel contratto di appalto d’opera
3.1. La responsabilità del progettista
3.2. La responsabilità del direttore dei lavori
3.3. Il tema della periodicità delle visite
4. La tutela del progettista e del direttore dei lavori. Come prevenire e limitare la responsabilità dei professionisti coinvolti nell’appalto d’opera
5. L’autotutela del progettista e del direttore dei lavori in sede di esecuzione del contratto di appalto
5.1. L’autotutela del progettista
5.1.1. La rilevazione, la formalizzazione e la denuncia del vizio rilevato in sede di progettazione dell’opera
5.1.2. La sospensione delle operazioni di progettazione ed il rifiuto di sottoscrivere il progetto viziato
5.1.3. La rinuncia all’incarico come estremo rimedio per non incorrere in azioni di responsabilità
5.2. L’autotutela del direttore dei lavori
5.2.1. La centralità del “giornale dei lavori” nell’ambito dello svolgimento del contratto di appalto anche privato. La necessità di tenere regolarmente la documentazione relativa all’attività svolta e di contestare tempestivamente vizi riscontrati in corso d’opera
5.2.2. La necessità di contrattualizzare l’obbligo di tenere il giornale dei lavori anche nei contratti di appalto privati
5.2.3. L’annotazione del vizio, della difformità e della difficoltàtecnica sul giornale dei lavori e il rifiuto di sottoscrivere il giornale dei lavori
5.2.4. La contestazione del vizio, della difformità e della difficoltà tecnica
5.2.5. Il rifiuto di sottoscrivere il giornale dei lavori
5.2.6. La sospensione dell’attività di cantiere: il rifiuto di rilasciare il certificato di stato di avanzamento dei lavori (brevi cenni sul potere certificativo del direttore dei lavori negli appalti pubblici)
5.2.7. Il rifiuto di consegnare i lavori viziati o non eseguiti a regola d’arte
5.2.8. La rinuncia all’incarico come estremo comportamento difensivo del direttore dei lavori
5.3. I doveri di condotta del direttore dei lavori nelle linee guida sulle modalità di svolgimento delle funzioni del direttore dei lavori e del direttore dell’esecuzione (d.m. 49/2018)


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top