SERVIZIO CLIENTI 0541.628200  Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Il patto per l’innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale

Il patto per l’innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale

I primi interventi normativi: dalla Legge 120/2020 al D.L. 56/2021

Autori Angelo Capalbo
Editore Maggioli Editore
Formato Cartaceo
Dimensione 17x24
Pagine 216
Pubblicazione Maggio 2021 (I Edizione)
ISBN / EAN 8891650993 / 9788891650993
Collana Progetto ente locale

GLI ASSI PER LA RIPRESA DEL PAESE
A come Accesso
B come Buona amministrazione
C come Capitale umano
D come Digitalizzazione

Prezzo Online:

32,00 €

Data di uscita: 14 Maggio 2021
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi
Paga alla consegna senza costi aggiuntivi

L’opera ha l’obiettivo di tracciare le misure che saranno messe in campo dall’Italia per beneficiare delle risorse messe a disposizione dall’Unione Europea con il Next Generation EU, il piano straordinario istituito dal Parlamento Europeo per contrastare la crisi sanitaria, economica e sociale causata dal COVID-19.

Il volume, nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza meglio definito come Recovery Plan, esamina, in particolare, le Linee programmatiche presentate in Parlamento dal Ministro Brunetta per la realizzazione del “Patto per l’innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale” sottoscritto dal Governo con le organizzazioni sindacali.

Si descrivono gli assi sui cui si fondano le Linee programmatiche, “A come Accesso, B come Buona amministrazione, C come Capitale umano e D come Digitalizzazione” e le direttrici sulle quali si articola il Patto: Rinnovi contrattuali, Lavoro agile, Revisione sistema di classificazione, Formazione, Strumenti di partecipazione organizzativa e Welfare contrattuale.

Viene esaminato lo stato di salute della Pubblica amministrazione e si svolge un’accurata diagnosi per fornire la cura migliore, considerando che la ripresa dell’intero Paese debba partire da una moderna Pubblica amministrazione.

Tra le prime azioni di ripresa si evidenziano le misure di semplificazione introdotte con la legge 120 del 2020, la semplificazione delle procedure per i concorsi pubblici in ragione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, poste in deroga, con il D.L. 44 del 2021, alle procedure ordinarie destinate ad essere definitivamente superate e, da ultimo, la cessata obbligatorietà del lavoro agile a favore della flessibilità introdotta dal D.L. 30 aprile 2021, n. 56.

Angelo Capalbo
Segretario comunale, Avvocato, Pubblicista, Autore di numerosi volumi in materia Urbanistica, Contabilità e bilanci, Tributi e Personale. In particolare con Maggioli ha pubblicato il volume «Il rapporto di lavoro pubblico» e gli e-book «Lavoro agile» e «Legge Concretezza».

Parte Prima Inquadramento generale
Capitolo I La ripartenza 
Capitolo II Il Recovery Fund  
Capitolo III Le Linee programmatiche 
Capitolo IV Il Patto per l’innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale
Capitolo V La Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia di Coronavirus 
Parte Seconda Il rinnovamento della pubblica amministrazione
Capitolo I La semplificazione normativa
Capitolo II La cura della burocrazia  
Capitolo III Il capitale umano 
Capitolo IV Le nuove forme di reclutamento 
Capitolo V La Buona Amministrazione  
Capitolo VI Le competenze 
Capitolo VII I rinnovi contrattuali  
Capitolo VIII Il lavoro agile 
Capitolo IX La revisione dei sistemi di classificazione
Capitolo X La formazione  
Capitolo XI Gli strumenti di partecipazione organizzativa 
Capitolo XII Il welfare contrattuale  
Capitolo XIII L’osmosi pubblico-privato 
Parte Terza La digitalizzazione
Capitolo I La connettività e le nuove tecnologie 
Capitolo II Le piattaforme efficienti
Capitolo III Una P.A. “nativa digitale”  
Capitolo IV La completa decertificazione
Capitolo V Le smart city  
Capitolo VI I livelli minimi di regolazione 


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Libri consigliati

Back to top