SERVIZIO CLIENTI 0541.628242 Lunedì - Venerdì / 8.30-17.30

Il nuovo Codice degli appalti pubblici e dei contratti di concessione: prima analisi testo approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 marzo 2016

Il nuovo Codice degli appalti pubblici e dei contratti di concessione: prima analisi testo approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 marzo 2016

Editore Maggioli Editore
Pubblicazione 2016 ( Edizione)

Videoconferenza in diretta a cura dell'Avv. Alessandro Massari

Prezzo Online:

120,78 €

 

Videoconferenza in diretta a cura dell'Avv. Alessandro Massari
Lunedì 14 Marzo 2016 – dalle 10.00 alle 12.00

Euro 99,00 + iva (Enti Pubblici Esenti da Iva)

In OMAGGIO l’accesso gratuito di un mese al servizio Internet appaltiecontratti.it

 Sei già abbonato ad appaltiecontratti.it? Per te quota agevolata a euro 85,00 anziché 99,00

 

-- Iscrizioni chiuse --

  

Dopo un decennio di vigenza del Codice de Lise, la materia dei contratti pubblici viene sottoposta ad una imminente, importante e profonda riforma mediante il recepimento delle nuove direttive comunitarie 23-24-25/2014/UE ed il riordino di tutta la disciplina degli appalti e delle concessioni.
La Legge delega n.11/2016 ha previsto la possibilità per il Governo di varare un unico decreto legislativo entro il 18 aprile 2016: questo scenario pare sempre più realistico rispetto a quello del doppio provvedimento (“recepimento” entro il 18 aprile e “riordino” entro il 31 luglio).
Il webinar intende illustrare la struttura, i contenuti e i profili innovativi del nuovo Codice, al testo approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 marzo 2016.
Dalle misure per la trasparenza e la prevenzione della corruzione, ai principi per i contratti esclusi e sotto soglia.
Dalle innovazioni sui criteri di aggiudicazione all’introduzione delle clausole sociali e verdi negli appalti.
Dai nuovi modelli di partenariato, agli strumenti per gli appalti elettronici e aggregati.
Dalla nuova disciplina delle procedure per gli appalti pubblici a quella inedita per le concessioni, ecc.


IL PROGRAMMA

  • La genesi del nuovo Codice degli appalti pubblici e dei contratti di concessione: le direttive comunitarie 23/2014, 24/2014 e 25/2014; la legge delega L. 11/2016. I principi innovativi e la declinazione nel nuovo Codice 
  • L’architettura del nuovo Codice. L’ambito soggettivo e oggettivo di applicazione
  • I principi relativi ai contratti esclusi
  • Le concessioni e appalti pubblici tra enti e amministrazioni aggiudicatrici nell’ambito del settore pubblico (il nuovo in house providing)
  • I contratti misti. La suddivisione in lotti e il calcolo del valore dell’appalto e della concessione. Le opzioni e il rinnovo previsto nei documenti di gara
  • I contratti sotto soglia
  • Le misure per la trasparenza e la lotta alla corruzione. Il conflitto di interesse 
  • Il responsabile del procedimento
  • L’albo dei componenti delle commissioni giudicatrici
  • Forme di aggregazione o centralizzazione delle committenze
  • Principi per l’aggiudicazione di appalti e concessioni
  • Clausole sociali del bando di gara e degli avvisi
  • Qualificazione delle stazioni appaltanti e centrali di committenza
  • Appalti e concessioni riservati; le convenzioni con le cooperative sociali
  • Accesso agli atti e riservatezza. Regole applicabili alle comunicazioni
  • I partenariati nel nuovo Codice: il partenariato per l’innovazione; partenariato pubblico e privato; gli ambiti di intervento.
  • Tecniche e strumenti per gli appalti elettronici e aggregati. Accordi quadro, Sistemi dinamici di acquisizione, Aste elettroniche, Cataloghi elettronici. Procedure svolte attraverso piattaforme telematiche di negoziazione.
  • Gli appalti nei settori ordinari: procedure, pubblicità, criteri di aggiudicazione. Profili innovativi.
  • Aggiudicazione degli appalti di servizi sociali e di altri servizi specifici
  • I contratti di concessione: principi, procedure e criteri di aggiudicazione.

 

IL DOCENTE

Alessandro Massari. Direttore della Rivista Appalti&Contratti, Avvocato amministrativista, Autore di pubblicazioni in materia di contrattualistica pubblica.


COME FUNZIONANO LE VIDEOCONFERENZE IN DIRETTA MAGGIOLI?

Con le videoconferenze Maggioli partecipi direttamente dalla tua scrivania e puoi porre le tue domande al docente, tramite la sezione domande e risposte.
Per partecipare basta una postazione connessa a Internet e un collegamento audio (consigliate le cuffie). All’iscrizione riceverai un’email automatica con il link cui accedere all’ora dell’evento. Qualche giorno dopo la videoconferenza riceverai le credenziali per rivedere la registrazione!


Scarica la guida rapida per la compatibilità tecnica e l'uso del programma

 

Il nuovo Codice degli appalti pubblici e dei contratti di concessione: Prima analisi testo approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 marzo 2016

 

 

  1. qualificazione delle imprese partecipanti alle gare d'appalto Recensito da sergio nic

    Da un primo esame dell'art. 84 del nuovo codice, specie dai commi 3,8,12 traspare in maniera nemmeno molto mascherata l'intenzione di porre fine all'attuale sistema delle SOA.
    la cosa potrebbe anche avere una sua logica se la P.A. potesse espletare le funzioni ora svolte dalle s.p.a. autorizzate.
    Purtroppo delle 20.000 stazioni appaltanti solo una minima parte hanno strutture in grado di sopperire in tempi logici a tali compiti.E' vero che sono previsti accorpamenti ma il superamento del campanilismo locale è possibile solo sul piano teorico quindi anche in questo caso :è peggio il tacon del buso! (pubblicato su 03/03/2016)


Scrivi la tua recensione

Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi oppure Registrati

Prodotti consigliati

Back to top